Come ottenere il Sab (requisiti professionali) senza fare il corso

Come abbiamo spiegato in questo in questa pagina (Corso SAB) per aprire un’attività che vende o somministra alimenti e bevande è necessario possedere specifici requisiti di natura personale, morale e professionale. Chi non possiede tali requisiti deve fare il corso Sab (ex Rec).

 

Ma come posso aprire la mia attività senza fare il corso Sab? Ci sono tre possibilità:


1) TITOLO DI STUDIO Essere in possesso di alcuni titoli di studio può esonerarci dall’obbligo di frequentare il corso Sab. In generale, l’avere un diploma di scuola secondaria superiore o di laurea, anche triennale, oppure di altri istituti a indirizzo professionale, purché nel programma di studio vi siano anche materie relative al commercio, alla preparazione o alla somministrazione degli alimenti. Per capire se sei esonerato grazie ai tuoi titoli vedi: -> Circolare 3642. Nel caso abbiamo alcuno di questi titoli di studio dovremo certificarlo accludendo alla SCIA copia del diploma o del titolo di studio.


2) ESPERIENZA LAVORATIVA Un altro modo per avere il sab senza fare il corso è poter dimostrare di aver lavorato nel settore alimentare per almeno 2 anni, anche non continuativi, negli ultimi 5 anni, in qualità di dipendente qualificato, addetto alla vendita o all’amministrazione o alla preparazione degli alimenti, o in qualità di socio lavoratore o, se trattasi di coniuge, parente o affine, entro il terzo grado, dell’imprenditore in qualità di coadiutore familiare, comprovata dalla iscrizione all’Istituto nazionale per la previdenza sociale. In caso di dubbi è possibile richiedere la vostra posizione all’INPS.


3) IL PREPOSTO ESTERNO E’ possibile nominare un Preposto esterno, anche temporaneo. Qualora il titolare dell’esercizio non sia in possesso dei requisiti obbligatori che lo qualificano come  “preposto alle attività di Somministrazione di Alimenti e Bevande – SAB” questi requisiti possono essere richiesti a terzi. Tale possibilità è autorizzata direttamente dal Ministero dello Sviluppo Economico con una nota diffusa il 29 luglio 2013.

Sono qualificato al rilascio di tale nomina, anche per 2 anni, fino al conseguimento dei requisiti da parte del titolare dell’attività. Richiedi un preventivo gratuito!  


Cosa fa il preposto esterno?
Il preposto ha l’incarico di verificare il rispetto dei requisiti igienico sanitari e l’applicazione dell’autocontrollo e del sistema HACCP.  

Quanto dura la nomina come preposto esterno?
Quanto serve! Il contratto normalmente ha la durata di 2 anni ma è possibile rilasciare nomine anche di pochi mesi.
Dopo 2 anni il titolare acquisisce egli stesso i requisiti professionali e può quindi operare in autonomia senza doversi affidare obbligatoriamente a terzi. Ma magari non hai superato l’esame in camera di commercio e ti serve un preposto esterno solo qualche mese, il tempo di aspettare di sostenere di nuovo l’esame.

Hai difficoltà a ottenere i tuoi requisiti professionali?  Non trovi un preposto? Contattami senza impegni per una prima consulenza gratuita. Sarò lieto di assisterti.
Sono membro della commissione giudicatrice per il rilascio dell’abilitazione SAB in Camera di commercio a Udine dal 2011. So consigliarti al meglio su come ottenere i requisiti professionali.

Scopri tutti i -> SERVIZI

Scopri i servizi in abbonamento -> HACCP 3.0


dott.  Carlo Lattanzio
SERVIZI E FORMAZIONE SULLA SICUREZZA DEGLI ALIMENTI
  • cellulare:  +39 342 7870336
  • indirizzo e-mail: carlo.lattanzio.ud@gmail.com
  • Partita IVA: 02725890301

Ultimo aggiornamento: Gennaio 2021
© E’ vietata la riproduzione di ogni sua parte senza formale autorizzazione

Nessuna risposta.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: