dott. Carlo Lattanzio

NUOVA APERTURA

bar, ristorante, pizzeria, trattoria, osteria, gelateria, birreria, pub, enoteca, negozio di alimenti, gastronomia, macelleria, pescheria, ortofrutta, salumeria, panetteria, pasticceria, alimentari.

aggiornato Aprile 2020


La somministrazione al pubblico di alimenti e bevande è una forma di commercio al dettaglio di alimenti e di bevande, per il consumo di tali prodotti nei locali dell’esercizio, caratterizzata dalla presenza di personale addetto al servizio al tavolo. Le attività del commercio si distinguono per la vendita dei prodotti al banco del negozio e la mancanza di un servizio assistito al tavolo.

Esistono molte pratiche da avviare per aprire questo tipo di esercizi e possono variare a seconda dell’attività esercitata, con linee di confine spesso non ben definite. Vediamo insieme le principali pratiche per l’apertura: 

Dobbiamo necessariamente rivolgerci ad un commercialista, che vi può fornire una consulenza ed espletare le relative pratiche.


Attestazione dei  requisiti soggettivi

Coloro che intendono aprire un’attività del commercio o somministrazione di alimenti e bevande devono prima accertarsi di possedere i requisiti:

  1. Requisiti antimafia (D. Lgs. 159/2011)
  2. Requisiti morali (D.Lgs. 59/2010,  T.U.L.P.S. R.D. 773/31 e LR 29/05/Fvg)
  3. Requisiti professionali (D.Lgs. 59/2010 e LR 29/05/Fvg) -> (per approfondire leggi l’articolo: COSA SONO I CORSI SAB?)

Rientrano nelle attività commerciali anche gli artigiani ma a loro non sono richiesti i requisiti professionali (per approfondire leggi l’articolo: SERVONO I REQUISITI PROFESSIONALI PER APRIRE UN’ATTIVITÀ ARTIGIANALE DA ASPORTO?)


□  Requisiti strutturali.

Quando individuate il locale adatto fata attenzione ai
nuovi requisiti urbanistici e strutturali. Qui dobbiamo necessariamente rivolgerci a un consulente esperto (tecnico, architetto, geometra),  per verificare che siano rispettati tutti i requisiti edilizi, urbanistici e igienico sanitari.


□  Norme sulla sicurezza alimentare.

Bisogna mettersi subito in regola con le regole sull’igiene degli alimenti, ovvero possedere:

Leggi anche l’Opuscolo Informativo ad uso degli operatori del Settore Alimentare (OSA) messo a disposizione dalle Aziende sanitarie Friulane per capire quali sono le cose che controllano.

La nuova normativa comunitaria.
Applicazione del sistema HACCP per la predisposizione di un documento di autocontrollo.


□ Norme di sicurezza sui luoghi di lavoro.

Dobbiamo metterci in regola con le norme previste per la tutela della salute e della sicurezza sul lavoro


Insomma, come abbiamo visto, i documenti, le attestazioni, le autorizzazioni, …  per aprire sono davvero tanti.  

Hai difficoltà nel percorso per aprire il tuo locale in Friuli Venezia Giulia?  Contattami senza impegni per una prima consulenza gratuita. Sarò lieto di assisterti.

dott.  Carlo Lattanzio

SERVIZI E FORMAZIONE
SICUREZZA SUL LAVORO E IGIENE DEGLI ALIMENTI


© E’ vietata la riproduzione di ogni sua parte senza formale autorizzazione

Exit mobile version